18 Aprile 2024

Ieri il miliardario con il suo consueto modo criptico di comunicare che manda in visibilio alcuni fanatici settari che pullulano sui social, ha accennato ai suoi piani quando ha twittato “X”. Sebbene Musk non abbia elaborato il tweet, è arrivato dopo che, secondo quanto riferito, è stato rivelato che Twitter si era fusa in una società di comodo chiamata X Corp. Ieri, Bloomberg ha riferito che Twitter era stato assorbito da X Corp, citando un documento del 4 aprile che è stato presentato come mostra in una causa contro Twitter e il suo cofondatore Jack Dorsey. 

1. Un’idea vecchia

La pubblicazione riportava che il miliardario aveva creato un “trio di holding nel Delaware con una variazione del nome ‘X Holdings”’ quando si è offerto per la prima volta di acquistare la società lo scorso anno.

Non è chiaro cosa significherà la nuova società per Twitter, anche se accenna ai piani più ampi di Musk per la società di social media. Ora è X Corp., un altro passo verso la the everything app , ossia la “App che fa Tutto”, quella che potrebbe essere la più potente azienda FinTech al mondo.

Un deposito nel distretto meridionale della Florida mostra che Twitter Inc. è stata fusa con X Corp. e Twitter come lo conosciamo da ieri non esiste più.

La nuova fase di Twitter sarà X Corp., che funzionerà su una visione delineata più di 20 anni fa.

Tutto risale ai tempi di “X dot com”, una banca online che Elon Musk ha co-fondato nel 1999 insieme ad Harris Ficker, Christopher Payne e Ed Ho. Stiamo parlando di quella società che poi è diventata PayPal, e che oggi è una delle più grandi e importanti società di pagamento nel mondo.

 

Nonostante la fusione, l’idea di Elon per X non è mai cambiata, e adesso potrebbe essere il momento migliore per realizzarla. Questa volta su scala globale.

Ecco perché il CEO di Tesla e SpaceX ha acquistato Twitter nell’ottobre 2022 e ha descritto la sua acquisizione come “un accelerante per la creazione di X, l’app per tutto”. Un mese dopo, Musk ha dichiarato che eseguirà il piano del prodotto X “con alcuni miglioramenti” che renderanno Twitter “l’istituto finanziario più prezioso al mondo“.

Musk ha parlato per mesi di costruire X. Ad agosto, quando un utente di Twitter gli ha chiesto se avesse preso in considerazione l’idea di creare la propria piattaforma social, ha risposto “X.com”, un dominio web che ha acquistato più di cinque anni fa. All’assemblea annuale degli azionisti di Tesla dello stesso mese, Musk ha affermato di avere “una visione piuttosto grandiosa per X.com … qualcosa che sarebbe molto utile al mondo”, confermando quindi una visione globalista del mondo.

Mentre Musk non ha chiarito del tutto se intende trasformare Twitter in X o usarlo per costruire una piattaforma completamente nuova, il miliardario ha lasciato diversi indizi sui suoi piani per scuotere il mondo dei social media.

Ecco cosa ha detto pubblicamente – e privatamente – sull’idea.

2. Una nuova superapp

In questa illustrazione fotografica, l’app WeChat viene visualizzata nell’App Store su un Apple iPhone il 7 agosto 2020 a Washington, DC.

X non sarebbe la prima app che prova a fare un po’ di tutto. In effetti, Musk ha indicato a maggio che potrebbe cercare ispirazione da WeChat di Tencent, un colosso cinese dei social media che è una delle più grandi super-app al mondo.

WeChat funge da servizio onnicomprensivo che include messaggistica e chat video, videogiochi, condivisione di foto, servizi di guida, consegna di cibo, operazioni bancarie e acquisti. 

“Se sei in Cina, in un certo senso vivi su WeChat” – ha detto. “Fa di tutto, un po’ come Twitter, più PayPal, più un sacco di altre cose. E tutto in uno, con un’ottima interfaccia. È davvero un’app eccellente. E non abbiamo niente del genere al di fuori della Cina“.

Al suo primo meeting con lo staff di Twitter, lo scorso anno, il miliardario aveva affermato che esiste una “vera opportunità” per creare un’app simile al di fuori della Cina.

“Penso che se potessimo raggiungere questo obiettivo, o anche avvicinarci a quello con Twitter, sarebbe un immenso successo”, ha detto. È probabile che Musk stia pensando di trasformare Twitter in una sorta di “mini-app” all’interno della più ampia piattaforma di Musk.

3. Messaggistica ​​su una piattaforma blockchain

Musk ha anche discusso della creazione di una piattaforma di social media costruita su una blockchain. Il miliardario è noto per il suo amore per le criptovalute, tra cui Bitcoin e Dogecoin. E lo scorso aprile ha delineato in privato la sua idea per una piattaforma di social media “Doge” nei messaggi al fratello minore, Kimbal Musk. I messaggi sono stati resi pubblici come parte della battaglia legale di Musk con Twitter.

“Ho un’idea per un sistema di social media blockchain che esegua sia pagamenti che brevi messaggi di testo/link come Twitter”, ha scritto Musk. “Devi pagare una piccola somma per registrare il tuo messaggio sulla catena, che eliminerà la maggior parte dello spam e dei bot”.

Musk ha detto che il sito avrebbe un “enorme database in tempo reale” che manterrebbe copie permanenti di messaggi e follower e una “app simile a Twitter sul tuo telefono” che può accedere al database nel cloud.

A febbraio, il Financial Times ha riferito  che il miliardario prevede di aggiungere funzionalità crittografiche a Twitter dopo che il sito sarà stato approvato per i pagamenti. La società di social media ha richiesto una serie di licenze per consentire alla piattaforma di elaborare i pagamenti, una delle principali funzionalità di superapp come WeChat, secondo il FT.

4. Un modello di abbonamento

L’idea di Musk per una piattaforma basata su blockchain si inserisce in alcune delle sue discussioni sul modello di entrate di Twitter.

Il miliardario ha ripetutamente espresso il suo disgusto per le pubblicità, ma la pubblicità costituisce la stragrande maggioranza delle entrate di Twitter. In un tweet cancellato dallo scorso aprile, Musk ha affermato che la società dovrebbe esistere senza pubblicità.

Pagina di iscrizione a Twitter Blue, dove puoi iscriverti per 4,99 al mese

Invece, Musk ha parlato di fare soldi da Twitter con metodi alternativi, incluso l’addebito ad alcuni utenti. Poco dopo aver acquistato Twitter, Musk ha iniziato ad addebitare agli utenti di Twitter il segno di spunta blu dell’app. 

Il miliardario ha anche notato che l’app potrebbe aiutare a favorire i pagamenti direttamente agli utenti. E così Twitter ha lanciato una funzione “Suggerimenti” nel 2021 che include un’opzione per pagare gli utenti con Bitcoin.

“È importante che i creatori di contenuti abbiano una quota di compartecipazione alle entrate”, ha detto Musk in un evento di maggio per il podcast “All-In”.

A febbraio, Musk ha affermato che Twitter lancerà presto una prima versione di un programma che consentirà ad alcuni creatori di essere pagati per i loro tweet.

5. Libertà di parola

In passato Musk si è spesso riferito a Twitter come a una “libera piazza cittadina”, aggiungendo di essere contrario alla censura che “va ben oltre la legge”.

Il presidente Donald Trump parla con il CEO di Tesla e SpaceX Elon Musk, al centro, e il capo stratega della Casa Bianca Steve Bannon durante un incontro con i leader aziendali nella State Dining Room della Casa Bianca a Washington, venerdì 3 febbraio 2017.

Il miliardario è stato critico nei confronti del divieto di Twitter su alcuni utenti, incluso il divieto permanente dell’ex presidente Donald Trump a seguito dell’insurrezione al Campidoglio degli Stati Uniti. A novembre, Musk ha mantenuto la sua promessa di ripristinare l’account di Trump.

6. Guerra ai bot

Una cosa Musk ja messo in chiaro con Twitter, ed è quella che la piattaforma di social media del miliardario avrà il compito di eliminare tutti gli account fasulli. Musk ha definito i bot su Twitter il “ problema più fastidioso ” e ha pubblicato il numero di account fasulli.

In un’intervista al TED 2022 , Musk ha citato questo problema come la prima cosa che cambierebbe come nuovo proprietario di Twitter. Da quando ha rilevato la società di social media, il miliardario ha avuto meno da dire sulla questione, ma lunedì ha affermato che il processo di sottoscrizione di Twitter aiuterà a eliminare la “frode di impersonificazione” sul sito. Per combattere gli account fasulli, potrebbe ricorrere all’ID digitale.

Conclusione

Maye Musk, la madre di Elon

Con 238 milioni di utenti, il gigante dei social media potrebbe sicuramente trasformarsi in un’app che fa tutto.

Non solo potrebbe diventare la prima Super App dell’Occidente, ma, ancora più importante, può diventare la Super App che PayPal, Klarna e Revolut hanno sempre sognato.

La app cinese WeChat, il gold standard delle Super Apps, conta oggi 1 miliardo di utenti e riunisce in un unico posto social network, pagamenti, e-commerce, giochi, notizie, eventi, shopping, ecc. ecc. Ed è iniziata come un’app di messaggistica, proprio come Twitter.

La sensazione è che E. Musk stia avvicinandosi alla Cina in quesot caso specifico. Una cosa è chiara: Stiamo assistendo agli inizi della più potente azienda FinTech del mondo che avrà un ruolo sempre più importante nel Nuovo Ordine Mondiale multipolare che sta sorgendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *