21 Settembre 2023

Questo discorso di Donald Trump è destinato ad entrare alla storia per tante ragioni. Non è affatto casuale che Trump abbia deciso di diffeoderlo a distanza di poche ore, da quello – altrettanto storico -, che il presidente della Federazione russa Vladimir Putin ha inidirizzato alla propria nazione. In pochi minuti, D. Trump fa una sintesi perfetta di ciò che è lo stato profondo di Washington DC.

In sintesi, Trump:

🔷 Ha confermato pubblicamente che dietro la rivoluzione di Maidan, in Ucraina, nel 2014, c’era il Dipartimento di Stato di Barack Obama (con i loro burattinai: G. Soros, Rockefeller, Rothschild, ecc.). Fu allora che si orchestrò un vero e proprio colpo di Stato che rovesciò il legittimo presidente ucraino Yanukovich – democraticamente eletto -, per essere sostituito dal fantoccio Poroshenko manovrato da Washington.

🔷 Ha detto che i cattivi attori come Victoria Nuland sono tornati nel governo degli Stati Uniti sotto Joe Biden e ci stanno conducendo verso la III guerra mondiale.

🔷 Ha denunciato come la responsabilità di quanto sta accadendo in Ucraina sia tutta dello stato profondo di Washington e dei suoi rappresentanti.

🔷 Pur condannando l’operazione militare russa (egli parla da politico americano) ha dichiarato che con lui alla presidenza il conflitto si sarebbe risolto in 24 ore.

🔷 Ha dichiarato che al suo ritorno alla Casa Bianca porrà fine allo stato profondo di Washington DC con le sue ramificazioni quali la lobby dell’industria militare.

 

 

Va sottolineato che Donald Trump è il primo presidente degli Stati Uniti dai tempi di Kennedy che ha messo al centro della propria agenda gli interessi degli Stati Uniti a quelli dei potenti circoli transnazionali del Nuovo Ordine Mondiale.

Con questo discorso, che rimarrà alla storia, Trump sta dimostrando ancora una volta di essere lui, insieme a Vladimir Putin, il leader scelto dall’alleanza patriottica internazionale contro il Nuovo Ordine Mondiale.

Orlo = Precipizio

A questo proposito, vorrei evidenziare che Trump nel video non dice che il mondo si sta dirigendo verso la III guerra mondiale, no, ma decide di usare un’altra espressione. Egli decide di usareil sostantivo “orlo”, parlando del mondo che è sull’ORLO della III guerra mondiale.

E questo modo di parlare, ricorda il drop 4407 di Q quando leggiamo:

“Solo al PRECIPIZIO il popolo troverà la volontà di cambiare”.

 

https://t.me/Giovanni832/4530

 

È vero che Trump ha evitato di usare il sostantivo inglese “precipice” – (dal lat. praecipitium, der. di praeceps -cipĭtis «precipite») indica una scogliera con una faccia verticale a strapiombo e, in senso figurato, l’orlo per indicare una situazione di grande pericolo -, ma ha usato “brink” che è il suo sinonimo più vicino. E “brink” indica il bordo di un pendio, di qualsiasi luogo scosceso, il margine oltre il quale si cade, appunto, nel precipizio.

E come feci notare già a Febbraio 2022, tutto questo concorda perfettamente con il significato etimologico della parola “UCRAINA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *