18 Aprile 2024

Klaus Schwab ha avuto un “secondo infarto”?

3

Da qualche ora circolano indiscrezioni non confermate secondo cui Klaus Schwab, l’architetto e presidente del World Economic Forum, abbia avuto un secondo attacco di cuore. L’unico quotidiano ad avere dato la notizia al momento pare sia solo il Continental Telegraph per cui è meglio essere prudenti.

Peraltro, scorrendo le notizie dal Continental Telegraph, non riusciamo a trovare nulla per verificare se Klaus Schwab abbia avuto o meno un infarto. Tuttavia, l’occasione è propizia per riportare una notizia che non avevamo dato.

Chi è Klaus Schwab?

Klaus Schwab è l’architetto e il presidente del World Economic Forum. È nato a Ravensburg, in Germania, nel 1938. Dopo essersi laureato in economia all’Università di Ginevra, ha lavorato presso diverse organizzazioni, tra cui la Commissione europea e la Banca dei regolamenti internazionali. Nel 1971 ha fondato il WEF come organizzazione senza scopo di lucro dedicata al miglioramento della governance globale.

Nel 1992 Klaus Schwab fondò la scuola “Global Leaders for Tomorrow” – una scuola di indottrinamento per leader mondiali del futuro -, che è stata ricostituita nel 2004 con il nome di “Young Global Leaders” – Giovani leaders globali. I membri di quella primissima classe del 1992 includevano molti che sarebbero poi diventati importanti figure politiche come Angela Merkel, Nicolas Sarkozy, Tony Blair, ecc. ecc,.

Altri nomi importanti nel roster della scuola sono stati Jacinda Ardern, Emmanuel Macron, presidente della Francia, Justin Trudeau, primo ministro del Canada; ma l’elenco degli alunni non è limitato ai leader politici. Tra loro troviamo anche molti leader di multinazionali come Bill Gates di Microsoft, Jeff Bezos di Amazon, Richard Branson di Virgin e Chelsea Clinton della Clinton Foundation. Insomma la sensazione è che questa “scuola” funga da centro di reclutamento. Non siamo mai riusciti a spiegarci come maiper  le misure liberticide con la scusa del Covid, tutti si muovevano all’unisono, quasi vi fosse un’unica regia.

La blasfemia del World Economic Forum WEF

Alla notizia del suo secondo attacco di cuore, il nostro pensiero è andato subito a quello che il sionista aschenazita ha dichiarato appena sei giorni fa. Circolano indiscrezioni che K. Schwab abbia avuto un secondo infarto.
Vi è una correlazione con le dichiarazioni blasfeme che sono state rilasciate la settimana scorsa?

Dio è morto. Gesù è una Fake News e i leader del WEF hanno acquisito poteri divini per governare l’umanità.

Naturalmente, noi non auguriamo la morte a nessuno, ma certo che se dovesse accadere qualcosa a K. Schwab non possiamo non notare una strana correlazione con le dichiarazioni blasfeme del WEF. Dio non è morto! Gesù Cristo è risuscitato e dopo migliaia di anni siamo ancora qui a parlarne, ma tra cento anni (non duemila) quanti si ricorderanno di K. Scwhab e del Wolrd Economic Forum?

Non si tratta di una dichiarazione nuova. Già ne parlava alla fine dell’800 il filosofo tedesco Friedrich Nietzsche, nelle sue opere “La gaia scienza” e “Così parlò Zarathustra” e che probabilmente deve avere ispirato  brano musicale scritto da Francesco Guccini nel 1965.

Però, adesso il WEF va oltre. Secondo il WEF, è arrivata una nuova religione mondiale che unisce tutta l’umanità nel culto all’altare della scienza del clima, del tecno-comunismo e dell’eugenetica senza alcun bisogno di Dio.

Se trovi difficile credere che il WEF di Klaus Schwab si sia spinto così lontano, è perché non hai prestato attenzione agli sviluppi negli ultimi tempi.

Il braccio destro di Klaus Schwab – il filosofo massone israeliano (in realtà sionista aschenazita e, quindi, un finto ebreo) -, Yuval Noah Harari, ha annunciato che il WEF ha avuto un tale successo nei suoi piani che sta “acquisendo poteri divini” di “creazione e distruzione”. La blasfemia non finisce qui. Harari promette anche che il WEF trasformerà gli umani in dèi.

Il WEF è sempre più ostile al Cristianesimo e se leggi un po’ tra le righe, è chiaro che egli sta consapevolmente tentando di soppiantare Gesù, il Messia di Dio.

Secondo il WEF, Gesù Cristo è una fake news, Dio è morto e l’uomo non ha un’anima. L’uomo è un “animale hackerabile” che può essere sovragestito.

 

Il World Economic Forum ha trascorso gli ultimi decenni ad infiltrarsi silenziosamente nei governi democraticamente eletti, penetrando nei parlamenti ed esercitando un’enorme influenza sul mondo dai corridoi del nascondiglio svizzero di Schwab a Davos.

Questi tiranni ora sono diventati arroganti e sicuri del proprio successo. Non si nascondono più nell’ombra e tirano i fili delle marionette da dietro il sipario.

Secondo Schwab, è suo ruolo dare forma alla “trasformazione” del mondo nel periodo attuale. E non sorprende che ammiri il sistema cinese di autoritarismo del controllo statale. Con leader mondiali e parlamenti sotto il loro controllo, la democrazia occidentale è stata decimata. Il Canada di Trudeau è diventato un deserto di controllo autoritario. La Nuova Zelanda di Jacinta Ardern è probabilmente ancora più strettamente controllata dai tecnocrati di Davos. Perché dovrebbero rispettare noi e i nostri diritti umani e costituzionali se ci vedono come “animali hackerabili” incapaci di libero pensiero?

Dai un’occhiata al Brasile per uno sguardo al futuro. I sostenitori del presidente Bolsonaro stanno protestando contro quelle che affermano essere elezioni selvaggiamente ingiuste e corrotte. Il favorito del WEF Lula, che non è ancora entrato in carica, ha già iniziato a mettere in atto il playbook di Klaus Schwab congelando i conti bancari dei manifestanti nel mezzo di una gelida repressione della libertà di parola e del diritto di protestare pacificamente.

Il miliardario francese Philippe Argillier afferma di avere quattro database che esporranno 38 individui che controllano il mondo intero e gestiscono il “governo ombra”. Bill Gates, che non ha bisogno di presentazioni, è uno di quei 38 individui non eletti che controllano la vita quotidiana di 8 miliardi di persone.

Secondo Argillier, può dimostrare che l’amministrazione Biden prende ordini diretti da questo governo ombra.

Se vuoi dare una sbirciatina al futuro sotto questo governo ombra, vale la pena prestare attenzione all’ultimo annuncio di Bill Gates. Gates ha una storia di giocare a Dio. Robert F. Kennedy ci ha messo in guardia su questo tratto nella psicologia di Gates anni fa.

Secondo Kennedy Jr, l’Organizzazione mondiale della sanità sta “conducendo sperimentazioni sociali e mediche globali ” in accordo con la visione del loro mega-donatore Bill Gates e la sua “convinzione religiosa che può usare la tecnologia (vaccini e agricoltura OGM) per renderlo il salvatore di tutta l’umanità ”.

La strategia di Gates di acquistare l’OMS [Organizzazione mondiale della sanità] e acquisire il controllo di funzionari sanitari statunitensi come Tony Fauci e Deborah Birx ” significa che il co-fondatore di Microsoft può ora ” dettare le politiche sanitarie globali che interessano 7 miliardi di persone e controllare i dettagli più intimi delle nostre vite ”,  ha dichiarato  Kennedy Jr. sulla sua pagina Instagram.

Proprio un paio di settimane fa, B. Gates, nel suo ruolo di falso salvatore, è stato sorpreso a dire ai leader mondiali che è tempo che i “comitati della morte” decidano chi ha il diritto di vivere e morire.

Ovviamente i “cartelli della morte” di Gates hanno a che fare con l’ossessione dell’élite globalista per lo spopolamento. Un piano che per il momento è stato sventato.

L’angelo mi trasportò in spirito nel deserto; e vidi una donna seduta sopra una bestia di colore scarlatto, piena di nomi di bestemmia, e che aveva sette teste e dieci corna (Apocalisse 17:3)

Allegati

3 thoughts on “Klaus Schwab ha avuto un “secondo infarto”?

  1. Sito davvero molto interessante per i contenuti proposti. Complimenti e saluti.
    Loredana Simoncelli
    Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *