22 Febbraio 2024

Secondo gli analisti, i Paesi stanno espandendo le proprie riserve di lingotti dopo che l’Occidente ha congelato le riserve russe.

Le banche centrali di tutto il mondo hanno intensificato i loro acquisti di oro dopo che circa 300 miliardi di dollari di riserve estere russe e altri miliardi detenuti da individui e imprese sarebbero stati congelati dagli Stati Uniti e dai suoi alleati a causa delle sanzioni. Il Cremlino ha ripetutamente denunciato i sequestri come “furto”.

Gli acquisti di oro da parte delle autorità di regolamentazione sono più che quadruplicati nel periodo luglio-settembre, per un totale di 399,3 tonnellate, secondo i dati pubblicati nel rapporto di novembre del World Gold Council.

Emin Yurumazu, un economista turco residente in Giappone, ha detto ai media che “i paesi anti-occidentali sono ansiosi di accumulare riserve auree” dopo che le nazioni hanno visto come le attività all’estero della Russia siano state congelate a motivo delle sanzioni.

Le banche centrali di Turchia, Uzbekistan e India in precedenza avevano dichiarato di aver acquistato rispettivamente 31,2 tonnellate, 26,1 tonnellate e 17,5 tonnellate. Al momento non è chiaro quali nazioni abbiano acquistato il resto del totale di 300 tonnellate.

Che alcuni acquisti non siano identificati è prevedibile, ma una quantità di “queste proporzioni è inaudita”,  secondo Koichiro Kamei, un analista finanziario e di metalli preziosi.

La Cina

Gli analisti sospettano che sia proprio la Cina dietro questi acquisti non tracciabili di acquisti di oro.

“La Cina probabilmente ha acquistato una notevole quantità di oro dalla Russia” , ha detto l’analista di mercato ed ex direttore giapponese del World Gold Council, Itsuo Toshima. Ha spiegato che la Banca popolare cinese probabilmente ha acquistato una parte delle riserve auree della Banca centrale russa di oltre 2.000 tonnellate.

L’analista ha notato che questo è un comportamento tipico del regolatore monetario cinese, che non ha rivelato alcun acquisto di oro dal 2009 al 2015, e poi ha riferito di aver aumentato le riserve di 600 tonnellate. La People’s Bank of China non pubblica nuovi rapporti sugli acquisti di oro dal 2019.

La frenesia dell’acquisto di oro arriva come parte di nuovi tentativi da parte delle banche centrali di proteggere i propri asset riducendo la loro esposizione al dollaro USA. La Cina è stata una forza dominante nell’attuale tendenza alla de-dollarizzazione. Secondo i dati del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, la nazione ha venduto 121,2 miliardi di dollari di obbligazioni statunitensi tra marzo e ottobre.

[Rt News]

1 thought on “La Cina sta accumulando oro segretamente

  1. L’acquisto è possibile anche a livello familiare, se loro accumulano oro, noi dovremmo seguire l’esempio. Come? A disposizione…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *