22 Febbraio 2024

Guerra psicologica e il libro del Gen. Flynn

2

 

Lo scorso maggio, il 4th Psychological Operations Group ( in italiano “4º Gruppo Operazioni Psicologiche”) ha pubblicato un video di reclutamento intitolato “Ghosts in the Machine”, ossia “Fantasmi nella macchina”. Prima di capire i messaggi diffusi, cerchiamo di capire cosa sia perlomeno questo 4° Gruppo di operazioni psicologiche.

Cos’è il 4th Psychological Operations Group?

La versione inglese di Wikipedia dice:

Il  4th Psychological Operations Group (Airborne)  (o 4th POG) (A) è una delle unità operative di supporto alle informazioni militari attive dell’esercito degli Stati Uniti  insieme all’8th Psychological Operations Group (Airborne), che è stato attivato il 26 agosto 2011 a  Fort Bragg . L’8° Gruppo ha la responsabilità del 1°, 5° e 9 ° Battaglione delle Operazioni Psicologiche . Il 4° Gruppo ha la responsabilità del 3°, 6°, 7° e 8° battaglione, per un totale di circa 800  soldati .

Cos’è una PsyOp?

PsyOp sta per Psychological Operations, ossia “Operazioni di guerra psicologica”. Queste operazioni consistono nell’uso pianificato della propaganda e altre azioni psicologiche allo scopo principale di influenzare opinioni, emozioni, atteggiamenti e comportamento di gruppi ostili in modo tale da favorire il raggiungimento degli obiettivi nazionali.

Per coloro i quali volessero approfondire questa tematica vi offriamo l’articolo scritto dal Ten. Col. Luca Fontana dal titolo: “Le Operazioni Psicologiche militari. La conquista delle menti” che potete scaricarvi in formato pdf cliccando nell’immagine che segue.

Allora perché questo video è così interessante?

Il video dura appena 3:35 secondi e inizia con una citazione da Art of War di Sun Tzu e successivamente mostra ciclicamente filmati di città moderne, una foresta e un cartone animato in bianco e nero fino ai conflitti del XX secolo. Tutti sono collegati tra loro dal concetto di “un fantasma”.Il video è importante non solo perché prodotto dalle forze armate americane ma anche per i suoi contenuti. Tuttavia, prima di proseguire nella lettura vi consigliamo di guardare questo video per potere meglio afferrare quello che diremo nei prossimi articoli.

 

 

Immagine catturata dal video

Gen. Michael Flynn

Il Gen. in pensione Michael Flynn è coautore di un volume che dovrebbe uscire il mese prossimo dal titolo “Citizen’s Guide To 5th Generation Warfare”, ossia “Guida del cittadino alla guerra di quinta generazione”. Nel promo del volume. il generale ci tiene a farsi fotografare in un certo modo per lanciarci dei messaggi. E l’interpretazione di questi messaggi saranno oggetto di un altro articolo.

Intanto, possiamo notare perlomeno due cose.

1. La bandiera italiana

La prima è la presenza della bandiera dell’Italia insieme a quelle di Stati Uniti, Gran Bretagna, Australia e Danimarca a dimostrazione del ruolo fondamentale che ha l’Italia in questa guerra. L’Italia è importante non solo per la presenza del Vaticano ma pure per la sua posizione geogrfica che la rende fondamentale nella geopolitica internazionale unendo Europa, Africa e Medioriente.

2. Il fantasma

Ma c’è un secondo elemento. Non è curioso che il logo che appare nel video di reclutamento di Psyop dell’esercito americano, si trovi anche nella copertina del libro del generale Flynn?

Il simbolo del fantasma è un’analogia significativa con il modo in cui funziona il mondo reale, dove poteri occulti, invisibili e nascosti, tirano le fila ed eseguono ogni sorta di manipolazione psicologica e inganno.

 

Insomma, il Gen. M. Flynn ci tiene a comunicarci determinate cose. E noi le abbiamo notate. Perciò nel fine settimana vi torneremo con un secondo articolo di approfondimento perché questo era solo l’introduzione.

2 thoughts on “Guerra psicologica e il libro del Gen. Flynn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *