19 Luglio 2024

Adattato dalle ricerche di Enrico e Alessio

Anche questa mattina i mercati sono in forte ribasso, anche qui in Italia. Dopo la Silicon Valley Bank fallisce anche la Signature Bank e altre cinque banche statunitensi parei siano prossime al crack:

  • First Repubblic Bank
  • Pacific Western
  • Western Alliance
  • Pacific Western.
  • Silvergate bank

Secondo alcuni esperti, in realtà, gl’Istituti bancari prossimi al tracollo in realtà sarebbero almeno dieci. Intanto, per quanto concerne il crollo della Silicon Valley Bank, tra le Società più famose esposte dal suo crollo abbiamo:

▪️ Airbnb ▪️Coinbase ▪️DocuSign ▪️DoorDash ▪️Dropbox ▪️Etsy ▪️Eventbrite ▪️Evernote ▪️Fitbit ▪️Groupon ▪️HubSpot ▪️Hulu ▪️Indeed ▪️Intuit ▪️Kickstarter ▪️LinkedIn ▪️MongoDB ▪️Peloton ▪️Plaid ▪️Postmates ▪️RingCentral ▪️Robinhood ▪️SpaceX ▪️Tesla ▪️Uber ▪️Zillow. [QUI]

La reazione della FED e del Ministero del Tesoro USA

La decisione del Segretario al Tesoro degli Stati Uniti, Janet Yellen, in concerto con il Governatore della Federal Reserve, Powell, hanno escluso un piano di salvataggio ma s’impegnano a garantire i depositi dei correntisti della Silicon Valley Bank e delle altre che presumibilmente falliranno. Sembrerebbe una buona cosa, ma secondo noi non lo è. La FED garantirebbe anzitutto i depositi privati fino ad una cifra di 250.000 dollari e fino ad un esborso massimo di 25 miliardi di dollari. Quindi non in modo illimitato. Peccato che gli economisti americani prevedano già perdite superiori a 18 trilioni di dollari.

Gli Americani stanno già facendo le file per ritirare il denaro dalle banche, ma allo stesso tempo si stanno chiedendo cosa farne poi. Li tieni sotto al materasso aspettando che l’inflazione se li mangi piano piano oppure li investi? E investi in cosa? Non a caso, pare che alcune criptovalute stiano leggermente risalendo.

I piccoli risparmiatori

Pertanto, i titolari dei conti avranno accesso al loro denaro già a partire da oggi, è vero, ma va anche detto che l’inflazione è una forma di “espropriazione” che non potrà non incidere sui piccoli risparmiatori. E dove prenderebbe tutti questi soldi la FED? Li stampa dal nulla.

Inoltre, la FED si avvicina sempre più al default economico monetario. Tutto questo sconquasso potrebbe spingere il Congresso americano a fare la famosa legge per lo sforamento del budget statunitense che tradotto significa: stampare denaro! Però, quando stampi denaro dal nulla, di fatto non fai altro che diminuirne il valore e aumenti l’inflazione, e questo ovviamente ricadrà sul popolo americano.

Più stampi denaro e più la crisi si aggrava, perché il Popolo avrà in tasca più denaro ma con meno valore e potere d’acquisto. Stampare moneta, avrebbe un senso se servisse per finanziare l’economia e le infrastrutture produttive, ma in realtà il fiume di denaro servirà solo per contenere le spaventose perdite.

Già evitare la corsa agli sportelli del popolo sarà pressoché impossibile. In più azionisti e obbligazionisti delle banche sono già stati fregati, e questo toglie quella residua fiducia nei risparmiatori come anche nei ricconi.

Insomma, il sistema bancario sta implodendo … Servirà per distruggere il dollaro definitivamente e con lui pure l’€uro? Pare di sì. Servirà per togliere ulteriore potere alla Cabala aschenazita? Servirà a far partire la panacea del QFS o della moneta digitale o qualsiasi altra cosa il sistema abbia già preparato? Pare di sì. Ad esempio, già dall’anno scorso si sapeva che Iso20022 sarebbe entrato in vigore anche in Italia a marzo (pensa che lo diceva persino wikipedia) e così è stato.

Non a caso, pare che a soffrire sono solo le banche occidentali e non quelle cinesi o russe.

Bail-in?

Credo che il problema grosso sia che adesso esiste il famoso BAIL-IN che si contrappone al “vecchio” BAIL-OUT. Una volta con il BAIL-OUT, quando una banca stava male e rischiava di fallire, interveniva la grossa banca esterna che l’acquistava a prezzo stracciato prendendosi anche le perdite oppure interveniva lo Stato nazionalizzandola. Adesso invece la banca deve salvare se stessa, col BAIL-IN. In che modo?

Andando a prendere nell’ordine: prima le azioni, poi le obbligazioni e infine i depositi sui conti correnti al di sopra dei 100.000 euro. Però, con le perdite che ci saranno, siamo davvero sicuri che i conti correnti al di sotto della cifra massima di 100.000 euro non saranno toccati?

Il problema è che questo sistema non è infallibile e non è stabile. Le sofferenze si stanno verificando anche e soprattutto nelle più grandi banche mondiali. Il fallimento di Silicon Valley Bank sta trascinando nel baratro anche le grosse banche europee come Credit Suiss e Bundesbank, già peraltro in sofferenza da tempo come dicevamo gia a ottobre dell’anno scorso [QUI].

Le perdite di questi ultimi due giorni stanno facendo scappare gli investitori esteri, in particolare quelli cinesi, che vedono in pericolo i propri depositi ad esempio in Svizzera, sia per la sofferenza della banca stessa sia per le sanzioni contro la Russia. La Svizzera, del resto, in barba al volere del popolo, si sta sempre più dimostrando non neutrale con la Russia.

Il Nuovo Ordine Mondiale multipolare del Brics

Insomma, è un incredibile effetto domino che tirerà giù tutto… come peraltro viene detto da tempo nel nostro canale telegram. Non per niente Filippo ha sempre detto che il mondo nuovo è già sorto. Infatti, la demolizione del vecchio sistema finanziario, iniziato già con l’operazione militare della Federazione Russa in Ucraina, continua. E così mentre il vecchio sistema viene demolito, il nuovo pian pianino si fa notare tant’è vero che nello US Debt Clock nella sezione Money Creation, non appare più denaro emesso dalla Federal Reserve ma dal Tesoro (Us Treasury Dollars) in attuazione della politica monetaria iniziata già da D. Trump. Questo dimostra, ancora una volta, che non è lo stato profondo di Washington, e certamente non è Biden, ad avere le redini in mano. Un Nuovo Ordine Mondiale sta sorgendo. Non è quello globalista dello stato profondo di Washington, ma è quello multipolare a trazione Brics.

Man mano che il Nuovo Ordine Mondiale multipolare emerge, il vecchio lentamente tramonta. Un mondo architettato e disegnato da quell’élite che è ancora più in alto dei banchieri sionisti aschenaziti a cui negli ultimi secoli è stato concesso di pianificare un ormai fallito loro “nuovo ordine mondiale unipolare”. Stiamo assistendo alla demolizione controllata del vecchio sistema e al sorgere del nuovo sistema. E, seppur lentamente, il nuovo sistema si fa vedere sempre di più fino a quando, alla fine, sarà visibile a tutti. È la (falsa) Golden age, l’età dell’oro, delle sette gnostiche in salsa New Age, create circa sessantanni fa proprio da questi circuiti cabalisti al di sopra dei banchieri aschenaziti, come sistemi di manipolazione mentale in vista del periodo che stiamo vivendo adesso; è quello che inizialmente ci porterà un benessere (che però, ahimè, durerà poco) di cui ci parlano le profezie bibliche.

È quello della piramide massonica capovolta, effetto a specchio (looking-glass) dello stesso sistema massonico gnostico e anti-cristiano; quello che crea un problema per poi offrirti una soluzione che apparentemente sembra migliore; è quello che al satanismo sfacciato e palese degli ultimi anni (da condannare), contrappone una nuova forma di satanismo più subdolo e raffinato perché travestito da “angelo di luce” (2Corinzi 11:14) perché secondo la Bibbia il diavolo non ha le corna ma è uno spirito portatore di luce; è quel satanismo che non ostenta (per cui tutti lo vedono) ma che proprio per questo è più pericoloso poiché necessita di discernimento spirituale per essere percepito (1Cor. 12:10; 1Giov. 4:1); è quello che contrappone all’epoca dei soldi sporchi di sangue (da condannare), l’epoca di una nuova liquidità coperta da asset reali, il che sarebbe ottimo se non fosse che ci condurrà al controllo globale tramite computer quantistici e intelligenza artificiale (Apoc. 13:17).

Insomma, il Nuovo Ordine Mondiale multipolare che sta sorgendo è proprio quello che vedrà la manifestazione dell’anticristo e del falso profeta che per i primi tre anni e mezzo porterà pace e sicurezza e un boom economico di cui ci parlano le profezie bibliche, e pare coincidere con quanto scrivono gli amici del canale telegram “Apocalisse: La vittoria finale”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *